Benvenuti nel Blog di Claudio Martinotti Doria, blogger dal 1996


"Non nobis Domine, non nobis, sed nomini Tuo da gloriam", motto dell'Ordine dei Cavalieri Templari, Pauperes commilitones Christi templique Salomonis

"Ciò che insegui ti sfugge, ciò cui sfuggi ti insegue" (aneddotica orientale, paragonabile alla nostra "chi ha pane non ha denti e chi ha denti non ha pane")

"Quello che mi ha sorpreso di più negli uomini dell'Occidente è che perdono la salute per fare soldi. E poi perdono i soldi per recuperare la salute. Pensano tanto al futuro che dimenticano di vivere il presente in tale maniera che non riescono a vivere nè il presente nè il futuro. Sono come se non dovessero morire mai e muoiono come se non avessero mai vissuto."
(Dalai Lama)

"A l'è mei mangè pan e siuli, putòst che vendsi a quaicadun" (Primo Doria, detto "il Principe")

"Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono. Poi vinci." Mahatma Gandhi

L'Italia non è una nazione ma un continente in miniatura con una straordinaria biodiversità e pluralità antropologica (Claudio Martinotti Doria)

Il proprio punto di vista, spesso è una visuale parziale e sfocata di un pertugio che da su un vicolo dove girano una fiction ... Molti credono sia la realtà ed i più motivati si mettono pure ad insegnare qualche tecnica per meglio osservare dal pertugio (Claudio Martinotti Doria)

Lo scopo primario della vita è semplicemente di sperimentare l'amore in tutte le sue molteplici modalità di manifestazione e di evolverci spiritualmente come individui e collettivamente (È “l'Amor che move il sole e le altre stelle”, scriveva Dante Alighieri, "un'unica Forza unisce infiniti mondi e li rende vivi", scriveva Giordano Bruno. )

La leadership politica occidentale è talmente poco dotata intellettualmente, culturalmente e spiritualmente, priva di qualsiasi perspicacia e lungimiranza, che finirà per portarci alla rovina, ponendo fine alla nostra civiltà. Claudio Martinotti Doria

PER CONTATTI: claudio@gc-colibri.com

Se preferite comunicare telefonicamente potete inviare un sms al 3485243182 lasciando il proprio recapito telefonico (fisso o mobile) per essere richiamati. Non rispondo al cellulare ai numeri sconosciuti per evitare le proposte commerciali sempre più assillanti

Questo blog ha adottato Creative Commons

Licenza Creative Commons
Blog personale by Claudio Martinotti Doria is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at www.cavalieredimonferrato.it.
Permissions beyond the scope of this license may be available at www.cavalieredimonferrato.it.

COME SOSTENERE LA MIA PERSEVERANTE ATTIVITA' DI VOLONTARIATO. Se avete apprezzato l’impegno e l’originalità dei miei articoli ritenendo che la mia attività divulgativa meriti un sostegno, appena avrete l’opportunità di farlo dedicate qualche minuto e qualche euro per sostenerla, tenendo presente che non ho entrate pubblicitarie e nessuno sponsor (condizione necessaria per mantenersi indipendenti) ed inoltre sono una vittima della riforma previdenziale della Fornero e la mia pensione è stata rinviata al 2024, ed è giusto che lo sappiate fin da adesso che l’importo che mi sarà erogato sarà minimo. Potrete contribuire con una donazione tramite PayPal all’account claudio@gc-colibri.com oppure a questo link: https://www.paypal.com/cgi-bin/webscr?cmd=_donations&business=Z2M2PAF4N76V6&lc=IT&item_name=Claudio%20Martinotti%20Doria&currency_code=EUR&bn=PP%2dDonationsBF%3abtn_donateCC_LG%2egif%3aNonHosted

Se non siete registrati a Paypal potete effettuare un bonifico bancario all’IBAN IT42M0303222600010000002011 (Credem, filiale di Casale Monferrato)

You can make a donation using PayPal account claudio@gc-colibri.com or at this link: https://www.paypal.com/cgi-bin/webscr?cmd=_donations&business=Z2M2PAF4N76V6&lc=IT&item_name=Claudio%20Martinotti%20Doria&currency_code=EUR&bn=PP%2dDonationsBF%3abtn_donateCC_LG%2egif%3aNonHosted





Patriă Montisferrati

Patriă Montisferrati
Cliccando sullo stemma del Monferrato potrete seguire su Casale News la rubrica di Storia Locale "Patriă Montisferrati", curata da Claudio Martinotti Doria in collaborazione con Manfredi Lanza, discendente aleramico del marchesi del Vasto - Busca - Lancia, principi di Trabia

Come valorizzare il Monferrato Storico

La Storia, così come il territorio e le sue genti che l’hanno vissuta e ne sono spesso ignoti ed anonimi protagonisti, meritano il massimo rispetto, occorre pertanto accostarsi ad essa con umiltà e desiderio di apprendere e servire. In questo caso si tratta di servire il Monferrato, come priorità rispetto a qualsiasi altra istanza (personale o di campanile), riconoscendo il valore di chi ci ha preceduti e di coloro che hanno contribuito a valorizzarlo, coinvolgendo senza preclusioni tutte le comunità insediate sul territorio del Monferrato Storico, affinché ognuna faccia la sua parte con una visione d’insieme ed un’unica coesa identità storico-culturale condivisa. Se ci si limita a piccole porzioni del Monferrato, per quanto significative, si è perdenti e dispersivi in partenza.

Sarà un percorso lungo e lento ma è l’unico percorribile se si vuole agire veramente per favorire il Monferrato Storico e proporlo con successo come un’unica entità territoriale turistico culturale ed economica …

Come volevasi dimostrare, anche il M5S era una simulazione pianificata per ingannare gli elettori italici


Prima delle elezioni politiche italiane avevo inviato al M5S locale l’email dal contenuto alquanto critico che vi allego sotto l’articolo de IL FATTO QUOTIDIANO su Di Maio, email cui naturalmente nessuno dei 5 stelle si è degnato di rispondere. Purtroppo anche il Movimento 5 Stelle si è rivelata l’ennesima mistificazione pianificata per trarre in inganno gli elettori facendo loro credere in un possibile cambiamento della politica (rivolta finalmente all’interesse nazionale), fornendo loro speranza e catalizzando il voto di protesta e di esasperazione, per poi non cambiare nulla di veramente significativo e favorire lo status quo e i detentori del potere, almeno in ambito occidentale. Una simulazione, forse inizialmente in buona fede per molti dei partecipanti ai vertici del movimento, ma che poi si è rivelata nella sua intima essenza. Come del resto era già avvenuto miriadi di volte in passato e ancora recentemente in Grecia con Alexīs Tsipras leader di SYRIZA che ha ingannato i suoi elettori, facendo poi gli interessi dei detentori del potere che intendevano sperimentare il grado di sopportazione alle vessazioni della popolazione greca (tramite il solito trucco finanziario dell’eccessivo indebitamento e conseguente austerità per porvi rimedio), per poi spartirsi tutte le risorse del paese ellenico.
Claudio Martinotti Doria

Alexis Tsipras: Latest so-called ‘Leftist’ to sell-out to ...
 Alexīs Tsipras leader di SYRIZA, attuale primo ministro greco

Siria. Di Maio: “Salvini? Dichiarazioni irresponsabili. Bene Gentiloni. Sbagliato sganciare Italia da alleati”

Attacco in Siria? Salvini si è espresso totalmente a favore di Putin. Le sue dichiarazioni sono irresponsabili perché sono state fatte da un palco in campagna elettorale per le regionali. Non si può affrontare così una crisi internazionale”. Sono le parole del leader del M5s, Luigi Di Maio, ospite di Otto e Mezzo (La7). “Il faro per me resta l’art.11 della Costituzione” – spiega – “secondo cui l’Italia ripudia la guerra come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali. Il nostro stile dev’essere diplomazia a oltranza e bene ha fatto il presidente Gentiloni a non partecipare all’attacco in Siria. Se qualcuno pensa di utilizzare l’attacco in Siria per sganciare l’Italia dai nostri alleati storici, cioè l’Occidente e i Paesi della Nato, allora mi troverà sempre contrario. Il M5s non ha mai detto di volersi allontanare dai nostri alleati storici”. Di Maio si esprime anche sulla vicenda del sottomarino Usa che avrebbe attraccato nel porto di Napoli nei giorni dell’attacco alleato contro la Siria: “Spero che Gentiloni domani alle Camere chiarisca. Non e’ chiaro se quel sottomarino abbia partecipato all’attacco in Siria”


Di Maio negli Usa: per avere l'ok americano fa retromarcia ...Di Maio leader del M5S in odore di santità NATO per candidarsi a primo ministro della colonia USA nel Mediterraneo

Da: Claudio [mailto:claudio@gc-colibri.com]
Inviato: mercoledì 7 febbraio 2018 15.14
A: 'paolo mosca'
Oggetto: R: Invito evento Casale Monferrato domenica 11/02/2018
Priorità: Alta

Da ultrasessantenne e con trentennale esperienza nel volontariato operativo ambientale e culturale, mi permetto di indicarvi che l’argomento da voi scelto per la campagna elettorale a livello locale andava bene vent’anni fa, adesso ci sarebbero altre priorità, che essendo scomode non vengono affrontate da nessuno dei contendenti politici, essendo su questo punto uniformati, da bravi paraculi.
Mi riferisco in particolare al rischio assai concreto che il nostro paese, essendo vassallo (colonia) degli USA sia coinvolto in conflitti bellici, suo malgrado, e in aperta violazione della Costituzione e della volontà della popolazione. Per di più contro un nemico inesistente, in quanto la Russia contrasta gli interessi geopolitici, strategici ed economici degli USA, ma non certo i nostri, che semmai sono penalizzati proprio dall’egemonia americana che riduce la nostra sovranità e impedisce di sviluppare rapporti commerciali con la Russia, dai quali noi avremmo solo da guadagnare.
Nutrivo simpatia con qualche seppur lieve aspettativa nei confronti del M5S, ma dopo che il Gran Priore Di Maio si è recato negli USA a baciare il culo all’establishment americano, garantendo loro fedeltà vassallatica, mi sono totalmente ricreduto.
Personalmente ritengo in proposito che l’unica scelta intelligente a livello politico che il nostro paese potrebbe compiere sia imitare la vicina Svizzera, divenendo neutrale. Quindi uscire dalla NATO, imporre che le armi nucleari presenti nelle basi militari di Aviano e di Ghedi siano portate via (altroché sostituirle con B-61 12!), e che gradualmente vengano abbandonate tutte le basi militari NATO e USA presenti sul territorio italiano. Mi rendo conto che una tale visione politica sia “anni luce” lontano dall’intraprendenza della nostra attuale classe politica di servitori (non dello stato), ma non posso esimermi almeno dall’enunciare tale convincimento personale.
Dedicarsi ad altri argomenti in questo momento storico, di fronte al rischio di una catastrofe che potrebbe innescarsi in prima istanza in Medio Oriente e in seconda istanza in Ucraina, quindi coinvolgendo l’Europa e l’Italia (che diverrebbe un obiettivo strategico primario da colpire), dal punto di vista politico e della responsabilità morale e sociale è a mio avviso fuorviante e irresponsabile.
Spero scuserete la mia intromissione e il mio linguaggio non politicamente corretto, ma l’attuale grave situazione non consente mezze misure e ambiguità.
Cordialmente
Claudio Martinotti Doria


Nessun commento: