Benvenuti nel Blog di Claudio Martinotti Doria, blogger dal 1996


"Non nobis Domine, non nobis, sed nomini Tuo da gloriam", motto dell'Ordine dei Cavalieri Templari, Pauperes commilitones Christi templique Salomonis

"Ciò che insegui ti sfugge, ciò cui sfuggi ti insegue" (aneddotica orientale, paragonabile alla nostra "chi ha pane non ha denti e chi ha denti non ha pane")

"Quello che mi ha sorpreso di più negli uomini dell'Occidente è che perdono la salute per fare soldi. E poi perdono i soldi per recuperare la salute. Pensano tanto al futuro che dimenticano di vivere il presente in tale maniera che non riescono a vivere nè il presente nè il futuro. Sono come se non dovessero morire mai e muoiono come se non avessero mai vissuto."
(Dalai Lama)

"A l'è mei mangè pan e siuli, putòst che vendsi a quaicadun" (Primo Doria, detto "il Principe")

"Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono. Poi vinci." Mahatma Gandhi

L'Italia non è una nazione ma un continente in miniatura con una straordinaria biodiversità e pluralità antropologica (Claudio Martinotti Doria)

Il proprio punto di vista, spesso è una visuale parziale e sfocata di un pertugio che da su un vicolo dove girano una fiction ... Molti credono sia la realtà ed i più motivati si mettono pure ad insegnare qualche tecnica per meglio osservare dal pertugio (Claudio Martinotti Doria)

Lo scopo primario della vita è semplicemente di sperimentare l'amore in tutte le sue molteplici modalità di manifestazione e di evolverci spiritualmente come individui e collettivamente (È “l'Amor che move il sole e le altre stelle”, scriveva Dante Alighieri, "un'unica Forza unisce infiniti mondi e li rende vivi", scriveva Giordano Bruno. )

La leadership politica occidentale è talmente poco dotata intellettualmente, culturalmente e spiritualmente, priva di qualsiasi perspicacia e lungimiranza, che finirà per portarci alla rovina, ponendo fine alla nostra civiltà. Claudio Martinotti Doria

PER CONTATTI: claudio@gc-colibri.com

Se preferite comunicare telefonicamente potete inviare un sms al 3485243182 lasciando il proprio recapito telefonico (fisso o mobile) per essere richiamati. Non rispondo al cellulare ai numeri sconosciuti per evitare le proposte commerciali sempre più assillanti

Questo blog ha adottato Creative Commons

Licenza Creative Commons
Blog personale by Claudio Martinotti Doria is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at www.cavalieredimonferrato.it.
Permissions beyond the scope of this license may be available at www.cavalieredimonferrato.it.

COME SOSTENERE LA MIA PERSEVERANTE ATTIVITA' DI VOLONTARIATO. Se avete apprezzato l’impegno e l’originalità dei miei articoli ritenendo che la mia attività divulgativa meriti un sostegno, appena avrete l’opportunità di farlo dedicate qualche minuto e qualche euro per sostenerla, tenendo presente che non ho entrate pubblicitarie e nessuno sponsor (condizione necessaria per mantenersi indipendenti) ed inoltre sono una vittima della riforma previdenziale della Fornero e la mia pensione è stata rinviata al 2024, ed è giusto che lo sappiate fin da adesso che l’importo che mi sarà erogato sarà minimo. Potrete contribuire con una donazione tramite PayPal all’account claudio@gc-colibri.com oppure a questo link: https://www.paypal.com/cgi-bin/webscr?cmd=_donations&business=Z2M2PAF4N76V6&lc=IT&item_name=Claudio%20Martinotti%20Doria&currency_code=EUR&bn=PP%2dDonationsBF%3abtn_donateCC_LG%2egif%3aNonHosted

Se non siete registrati a Paypal potete effettuare un bonifico bancario all’IBAN IT42M0303222600010000002011 (Credem, filiale di Casale Monferrato)

You can make a donation using PayPal account claudio@gc-colibri.com or at this link: https://www.paypal.com/cgi-bin/webscr?cmd=_donations&business=Z2M2PAF4N76V6&lc=IT&item_name=Claudio%20Martinotti%20Doria&currency_code=EUR&bn=PP%2dDonationsBF%3abtn_donateCC_LG%2egif%3aNonHosted





Patriă Montisferrati

Patriă Montisferrati
Cliccando sullo stemma del Monferrato potrete seguire su Casale News la rubrica di Storia Locale "Patriă Montisferrati", curata da Claudio Martinotti Doria in collaborazione con Manfredi Lanza, discendente aleramico del marchesi del Vasto - Busca - Lancia, principi di Trabia

Come valorizzare il Monferrato Storico

La Storia, così come il territorio e le sue genti che l’hanno vissuta e ne sono spesso ignoti ed anonimi protagonisti, meritano il massimo rispetto, occorre pertanto accostarsi ad essa con umiltà e desiderio di apprendere e servire. In questo caso si tratta di servire il Monferrato, come priorità rispetto a qualsiasi altra istanza (personale o di campanile), riconoscendo il valore di chi ci ha preceduti e di coloro che hanno contribuito a valorizzarlo, coinvolgendo senza preclusioni tutte le comunità insediate sul territorio del Monferrato Storico, affinché ognuna faccia la sua parte con una visione d’insieme ed un’unica coesa identità storico-culturale condivisa. Se ci si limita a piccole porzioni del Monferrato, per quanto significative, si è perdenti e dispersivi in partenza.

Sarà un percorso lungo e lento ma è l’unico percorribile se si vuole agire veramente per favorire il Monferrato Storico e proporlo con successo come un’unica entità territoriale turistico culturale ed economica …

L'Italia si ferma, ma forse no



di Claudio Martinotti Doria

A proposito dell’iniziativa di protesta spontanea popolare denominata l’ITALIA SI FERMA che inizierà la prossima settimana (9 dicembre 2013, leggi l'articolo sotto riportato), per la quale molti amici mi chiedono cosa ne penso, posso solo dire che da anni cerco di far capire che la patologica situazione politica culturale del nostro paese non poteva durare ancora a lungo e prima o poi qualche reazione ci sarebbe stata, per cui ho sempre consigliato di organizzarsi a livello famigliare facendo scorte alimentari a lunga conservazione, intendo cioè scatolame, sottovetro, sottovuoto, liofilizzati, surgelati, pasta e riso, frutta secca, sale e zucchero, miele, scorte d’acqua minerale e filtrata.

Il problema di fondo, ben spiegato dai cultori della Scuola Economica Austriaca e del pensiero libertario è che la democrazia rappresentativa non può funzionare in quanto destinata sempre a degenerare, in Italia in maniera maggiore e patologica per via delle sue premesse culturali e storiche che favoriscono il malcostume, meno in aree di cultura anglosassone

Il problema è che per passare alla più evoluta democrazia partecipata e libertaria occorre una maturità di cui non disponiamo, pur essendo confinanti con la Confederazione Elvetica, culturalmente siamo distanti anni luce da loro.  
Quindi in Italia ci sarà sempre troppa corruzione e degrado, nonostante stia montando la rabbia popolare e la richiesta di maggiore giustizia ed equità da parte di minoranze qualificate che prima o poi indurranno cambiamenti ma non sappiamo ancora quali, perché potranno essere deviati e fuorviati, mistificati e strumentalizzati, perché da noi la cultura scarseggia e quindi la gente è più facilmente manipolabile, soprattutto per la pessima qualità dei mass media.

L'Italia è sempre un'incognita, terra da sperimentazioni sociali, ma non escluderei l'effetto farfalla di E. Lorenz (teoria del caos) per cui una esigua minoranza potrebbe riuscire a fare massa critica ed innescare processi sociali e politici di profondo cambiamento, anche se la casta parassitaria farà di tutto per mantenere i propri privilegi e resistere ad oltranza proiettando responsabilità all’esterno e ricorrendo ad ogni espediente diffamatorio, per cui non so per quanto il pacifismo contestatorio possa reggere quando gli animi saranno sempre più esasperati.

Quindi preparatevi al peggio

 <<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<




Fonte: Il Fatto Quotidiano http://www.ilfattoquotidiano.it
 

Rivolta del 9 dicembre, lista dei presidi e sabotaggi in corso

di MARIETTO CERNEAZ
I motori sono caldi, mancano poche ore alla mezzanotte del 9 dicembre e telefonate, mail, sms continuano ad affluire copiose al “Coordinamento” che ha decretato “l’inizio della fine di questo paese”.
Scrivono sul sito ufficiale: “Quindi, chi vuole organizzare un presidio nella propria città, paese, contrada, frazione, è libero di farlo: “Non deve assolutamente chiedere il permesso a nessuno”, tranne che comunicarlo alla Questura competente (della propria provincia) o presso il commissariato sempre di competenza. Ricordiamo inoltre che il ruolo dei coordinatori è quello di facilitare il contatto con tutti i gruppi e i cittadini che si stanno mobilitando, e che gli stessi coordinatori NON HANNO NESSUN POTERE DI COMANDO, ma hanno solo il compito di coordinare e facilitare al meglio qualsiasi iniziativa che i cittadini vogliono prendere, anche se autonomamente.
Precisiamo a tutti quelli che vogliono fare il presidio nella loro località, quartiere o strada o piazza o qualsiasi altro luogo prescelto, di attenersi scrupolosamente alle leggi vigenti in materia di Pubblica Sicurezza e di collaborare con le nostre Forze dell’Ordine e di garantire, nei loro presidi, la massima collaborazione tra questi e i cittadini partecipanti”.
Una delle preoccupazioni maggiori degli organizzatori riguardano le “infiltrazioni”, soprattutto da parte della politica e di certi estremisti. Giorgia Fante è chiara: “Ovviamente c’è il tentativo di creare confusione, ma lo abbiamo detto da subito, questa rivolta è del popolo, della classe produttiva. Niente bandiere di partito, niente esponenti politici. Categoricamente!”.
“Siamo liberi, con questa manifestazione di protesta lo dimostreremo sempre più”. Così Mariano Ferro, leader dei Forconi siciliani, durante il comizio di “lancio” ad Avola (la sua città) a 48 ore dalla protesta che inizierà domenica sera, dalle ore 22. “A chi mi chiede chi c’è dietro a Mariano Ferro, chi ci finanza, noi rispondiamo che la nostra benzina è il cuore e che non c’è sotto nessuno”. Il leader dei Forconi ha rilanciato contro “le malelingue” che stanno osteggiando la manifestazione.
Nel frattempo, i presidi si stanno moltiplicando (la rivolta sarà ad oltranza, han sempre dichiarato gli organizzatori) e saranno in continua crescita. Verranno aggiornati sul sito, dove già ora è possibile trovare un link con i REFERENTI LOCALI, ed un link con LA MAPPA DEI PRESIDI.
Per la cronaca, il ministro Alfano ha fatto sapere che il Viminale è stato allertato.
LA STAMPA COMMENTA E COMINCIA A CREARE IL POLVERONE: CLICCA QUI

L.I.F.E. – ULTIMO AVVISO, IL REGIME FARA’ FALSA INFORMAZIONE

di LUCIO CHIAVEGATO
ULTIMO AVVISO A TUTTI. CERCHIAMO DI SVEGLIARCI E DI NON PERDERE TEMPO IN COSE FATTE AD ARTE PER DEVIARE L’ATTENZIONE DELLA GENTE. Concentratevi sull’obbiettivo e non perdetelo di vista. se facciamo un comunicato stampa di smentita ad ogni cazzata che scriveranno, la rivoluzione la faremo al computer…..
Quindi come vi ho sempre detto più ci avviciniamo alla meta 9.12 i trolls del regime si inventeranno ogni minaccia, falsa notizia, allarmismo SOLO per scoraggiarci. Io e molti altri siamo qua, al vostro servizio, non scriveteci perché avete visto che un fantomatico sito ha scritto che le SS saranno al nostro fianco o che il KGB sta dietro di noi, che la mafia poi si impadronirà del paese o kazzate altre ed eventuali.
Il 9.12.2013 è semplicemente il popolo che si è alzato in piedi e ha deciso di ribellarsi ai ladri, corrotti, mafiosi, papponi, politici e burokretini. E’ evidente che questi bastardi sanno che sta finire la loro vita dorata piena di privilegi, è ovvio che non avendo mai lavorato siano terrorizzati dal futuro buio che li aspetta, è normale che stiano usando tutti i mezzi a loro disposizione per sabotare il 9.12. Sono ladri e farabutti ma non scemi! Quindi pensate solo all’obbiettivo, comunicate cose importanti, presidi, fate gruppo con altri, state in contatto ma per favore…. NON INVIATECI PIU’ NEWS FANTOMATICHE O CATASTROFICHE inventate da parassiti pagati. AVANTI, FORZA, PRESTO L’INCUBO FINIRA’. Pensate ai vostri figli ed al futuro, buttatevi alle spalle le menzogne. ABBIAMO GIA’ VINTO.
ECCO UN ESEMPIO

Print Friendly
 

Nessun commento: