Benvenuti nel Blog di Claudio Martinotti Doria, blogger dal 1996


"Non nobis Domine, non nobis, sed nomini Tuo da gloriam", motto dell'Ordine dei Cavalieri Templari, Pauperes commilitones Christi templique Salomonis

"Ciò che insegui ti sfugge, ciò cui sfuggi ti insegue" (aneddotica orientale, paragonabile alla nostra "chi ha pane non ha denti e chi ha denti non ha pane")

"Quello che mi ha sorpreso di più negli uomini dell'Occidente è che perdono la salute per fare soldi. E poi perdono i soldi per recuperare la salute. Pensano tanto al futuro che dimenticano di vivere il presente in tale maniera che non riescono a vivere nè il presente nè il futuro. Sono come se non dovessero morire mai e muoiono come se non avessero mai vissuto."
(Dalai Lama)

"A l'è mei mangè pan e siuli, putòst che vendsi a quaicadun" (Primo Doria, detto "il Principe")

"Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono. Poi vinci." Mahatma Gandhi

L'Italia non è una nazione ma un continente in miniatura con una straordinaria biodiversità e pluralità antropologica (Claudio Martinotti Doria)

Il proprio punto di vista, spesso è una visuale parziale e sfocata di un pertugio che da su un vicolo dove girano una fiction ... Molti credono sia la realtà ed i più motivati si mettono pure ad insegnare qualche tecnica per meglio osservare dal pertugio (Claudio Martinotti Doria)

Lo scopo primario della vita è semplicemente di sperimentare l'amore in tutte le sue molteplici modalità di manifestazione e di evolverci spiritualmente come individui e collettivamente (È “l'Amor che move il sole e le altre stelle”, scriveva Dante Alighieri, "un'unica Forza unisce infiniti mondi e li rende vivi", scriveva Giordano Bruno. )

La leadership politica occidentale è talmente poco dotata intellettualmente, culturalmente e spiritualmente, priva di qualsiasi perspicacia e lungimiranza, che finirà per portarci alla rovina, ponendo fine alla nostra civiltà. Claudio Martinotti Doria

PER CONTATTI: claudio@gc-colibri.com

Se preferite comunicare telefonicamente potete inviare un sms al 3485243182 lasciando il proprio recapito telefonico (fisso o mobile) per essere richiamati. Non rispondo al cellulare ai numeri sconosciuti per evitare le proposte commerciali sempre più assillanti

Questo blog ha adottato Creative Commons

Licenza Creative Commons
Blog personale by Claudio Martinotti Doria is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at www.cavalieredimonferrato.it.
Permissions beyond the scope of this license may be available at www.cavalieredimonferrato.it.

COME SOSTENERE LA MIA PERSEVERANTE ATTIVITA' DI VOLONTARIATO. Se avete apprezzato l’impegno e l’originalità dei miei articoli ritenendo che la mia attività divulgativa meriti un sostegno, appena avrete l’opportunità di farlo dedicate qualche minuto e qualche euro per sostenerla, tenendo presente che non ho entrate pubblicitarie e nessuno sponsor (condizione necessaria per mantenersi indipendenti) ed inoltre sono una vittima della riforma previdenziale della Fornero e la mia pensione è stata rinviata al 2024, ed è giusto che lo sappiate fin da adesso che l’importo che mi sarà erogato sarà minimo. Potrete contribuire con una donazione tramite PayPal all’account claudio@gc-colibri.com oppure a questo link: https://www.paypal.com/cgi-bin/webscr?cmd=_donations&business=Z2M2PAF4N76V6&lc=IT&item_name=Claudio%20Martinotti%20Doria&currency_code=EUR&bn=PP%2dDonationsBF%3abtn_donateCC_LG%2egif%3aNonHosted

Se non siete registrati a Paypal potete effettuare un bonifico bancario all’IBAN IT42M0303222600010000002011 (Credem, filiale di Casale Monferrato)

You can make a donation using PayPal account claudio@gc-colibri.com or at this link: https://www.paypal.com/cgi-bin/webscr?cmd=_donations&business=Z2M2PAF4N76V6&lc=IT&item_name=Claudio%20Martinotti%20Doria&currency_code=EUR&bn=PP%2dDonationsBF%3abtn_donateCC_LG%2egif%3aNonHosted





Patriă Montisferrati

Patriă Montisferrati
Cliccando sullo stemma del Monferrato potrete seguire su Casale News la rubrica di Storia Locale "Patriă Montisferrati", curata da Claudio Martinotti Doria in collaborazione con Manfredi Lanza, discendente aleramico del marchesi del Vasto - Busca - Lancia, principi di Trabia

Come valorizzare il Monferrato Storico

La Storia, così come il territorio e le sue genti che l’hanno vissuta e ne sono spesso ignoti ed anonimi protagonisti, meritano il massimo rispetto, occorre pertanto accostarsi ad essa con umiltà e desiderio di apprendere e servire. In questo caso si tratta di servire il Monferrato, come priorità rispetto a qualsiasi altra istanza (personale o di campanile), riconoscendo il valore di chi ci ha preceduti e di coloro che hanno contribuito a valorizzarlo, coinvolgendo senza preclusioni tutte le comunità insediate sul territorio del Monferrato Storico, affinché ognuna faccia la sua parte con una visione d’insieme ed un’unica coesa identità storico-culturale condivisa. Se ci si limita a piccole porzioni del Monferrato, per quanto significative, si è perdenti e dispersivi in partenza.

Sarà un percorso lungo e lento ma è l’unico percorribile se si vuole agire veramente per favorire il Monferrato Storico e proporlo con successo come un’unica entità territoriale turistico culturale ed economica …

Quei Soliti Titoloni che inneggiano all'oro ...

Quei Soliti Titoloni che inneggiano all'oro, ma la popolazione continua a non capire e ad essere ingannata
Scritto da Francesco Carbone

Foto di lingotti d'oro su tutte le pagine dei giornali. Titoloni straordinari a caratteri cubitali. E' già successo alla rottura dei 300 dollari, poi dei 400 dollari, poi 500, 600, 700, 800, 900, 1000, e anche a questi 1100. Solitamente è un segnale quasi infallibile che il prezzo è arrivato al termine di un'altra tappa intermedia.
Non pensiamo che la gente abbocchi a questi ottimi segnali contrarian e corra di gran carriera a comprarsene qualche oncia. Più probabilmente leggerà qualche riga e sfoglierà pagina chiedendosi forse la ragione di un argomento così inutile.
Qualora invece lo facesse davvero non ha mai capito il significato dell'espressione market timing. Chi ha capito cosa significa market timing da 8 anni compra e accumula qualcosa in più solo a seguito di ogni storno pesante, che puntualmente, nel giro di qualche giorno o settimana dai titoloni straordinari, arriva ad allontare per sempre gli eterni indecisi.
La massa, piuttosto, corre a vendersi l'ultima collanina rimasta in casa al punto compro oro più vicino con circa un 30% di sconto sul prezzo del mercato ufficiale (in questi giorni 13.5 euro al grammo per oro a 750, e 17.5 euro per oro fino a .999 contro i 24 euro al grammo dei mercati ufficiali)
Non deve neanche fare molta strada, oramai sono ovunque. Chissà come mai. Forse è solo un bel business facile facile con un grande margine dietro. Oppure dietro c'è qualcuno che grazie ai compro oro rastrella le ultime once di moneta onesta e reale rimasta in mano alle persone. Più probabilmente tutte e due le cose.
Nove anni fa, a distanza di qualche anno dalla laurea in economia, ci avvicinammo a questo strano metallo, dimenticato ai piedi della bolla dei titoli tecnologici, e scoprimmo casualmente la strada della vera scienza economica che inevitabilmente si incrocia con la nobile moneta di re e imperatori.
Non c'è scienza economica senza azione umana, e non ci sarebbe stata alcuna civilizzazione moderna senza le possibilità offerte da questo metallo quasi mistico, spontaneamente ed evolutivamente adottato dall'azione umana come mezzo di scambio, unità di conto, e quasi perfetta riserva di valore.
Ci sembrò incredibile che questo metallo fosse stato dimenticato così velocemente dall'uomo e dalla sua memoria ancestrale. Eppure era proprio così. In poche decadi la forza dell'indottrinamento statale era riuscita a rimuovere un attaccamento millenario, quasi connaturato allo stesso dna umano.
L'atto di fede nei governi, nelle banche centrali, e in una pseudoscienza dalle fallimentari premesse metodologiche, erano riusciti a compiere l'irrimediabile grazie al quale era diventato possibile trovare qualcuno disposto ad accettare meno di venti milioni delle vecchie lire per un chilo d'oro. Ce ne volevano più del doppio oltre 20 anni prima.
Sembrava uno scherzo, ma non lo era. Lo scherzo sembravamo farlo noi ai poveri ignoranti a cui comunicammo la straordinaria notizia. Con il portafoglio pieno di cisco, tiscali e tante altre schifezze, ci ridevano in faccia. L'opportunità di potersi garantire una pensione sicura grazie a uno scambio così assurdo era accolta come ridicola, risibile.
E' passato del tempo. Otto anni sembrano tanti ma non lo sono per un mercato bull. Chi riderà per ultimo ancora non è certo. Di certo l'oro da quei lontani giorni del 2000 resta forse l'asset che ha performato meglio di qualunque altro. Il cambio Dow Jones contro oro, nel frattempo è sceso da 40 a 10.
Nonostante ciò, pochissimi nel frattempo si sono ricreduti. La maggior parte è rimasta sempre scettica, lungo tutta l'ascesa, ripetendo ad ogni nuovo massimo che la salita era finita. Da quando poi l'oro ha superato i 1000 dollari, gridano alla bolla.
Dopo la doppia bolla delle borse, dopo la bolla del mercato immobiliare, dopo la bolla del petrolio e delle commodities, non restavano che altre due bolle possibili, quella dei debiti di governo, e quella dell'oro.
Finalmente quindi! Eccola qua, la bolla tanto attesa da chi si è fumato l'aria tossica di tutte le bolle precedenti. Quella dell'oro! Ma è vera bolla?
Ne parleremo in un prossimo articolo. Intanto, qualora non aveste ancora comprato i nostri libri, ve ne raccomandiamo l'acquisto. Le premesse di questo articolo sono argomentate nei nostri testi, insieme ad altri contenuti di fondamentale importanza per cogliere il quadro generale di questa crisi economica che non è mai terminata.
Francesco Carbone
presidente di USEMLAB
consulente finanziario presso ABS Consulting SIM

Nessun commento: