Benvenuti nel Blog di Claudio Martinotti Doria, blogger dal 1996


"Non nobis Domine, non nobis, sed nomini Tuo da gloriam", motto dell'Ordine dei Cavalieri Templari, Pauperes commilitones Christi templique Salomonis

"Ciò che insegui ti sfugge, ciò cui sfuggi ti insegue" (aneddotica orientale, paragonabile alla nostra "chi ha pane non ha denti e chi ha denti non ha pane")

"Quello che mi ha sorpreso di più negli uomini dell'Occidente è che perdono la salute per fare soldi. E poi perdono i soldi per recuperare la salute. Pensano tanto al futuro che dimenticano di vivere il presente in tale maniera che non riescono a vivere nè il presente nè il futuro. Sono come se non dovessero morire mai e muoiono come se non avessero mai vissuto."
(Dalai Lama)

"A l'è mei mangè pan e siuli, putòst che vendsi a quaicadun" (Primo Doria, detto "il Principe")

"Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono. Poi vinci." Mahatma Gandhi

L'Italia non è una nazione ma un continente in miniatura con una straordinaria biodiversità e pluralità antropologica (Claudio Martinotti Doria)

Il proprio punto di vista, spesso è una visuale parziale e sfocata di un pertugio che da su un vicolo dove girano una fiction ... Molti credono sia la realtà ed i più motivati si mettono pure ad insegnare qualche tecnica per meglio osservare dal pertugio (Claudio Martinotti Doria)

Lo scopo primario della vita è semplicemente di sperimentare l'amore in tutte le sue molteplici modalità di manifestazione e di evolverci spiritualmente come individui e collettivamente (È “l'Amor che move il sole e le altre stelle”, scriveva Dante Alighieri, "un'unica Forza unisce infiniti mondi e li rende vivi", scriveva Giordano Bruno. )

La leadership politica occidentale è talmente poco dotata intellettualmente, culturalmente e spiritualmente, priva di qualsiasi perspicacia e lungimiranza, che finirà per portarci alla rovina, ponendo fine alla nostra civiltà. Claudio Martinotti Doria

PER CONTATTI: claudio@gc-colibri.com

Se preferite comunicare telefonicamente potete inviare un sms al 3485243182 lasciando il proprio recapito telefonico (fisso o mobile) per essere richiamati. Non rispondo al cellulare ai numeri sconosciuti per evitare le proposte commerciali sempre più assillanti

Questo blog ha adottato Creative Commons

Licenza Creative Commons
Blog personale by Claudio Martinotti Doria is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at www.cavalieredimonferrato.it.
Permissions beyond the scope of this license may be available at www.cavalieredimonferrato.it.

COME SOSTENERE LA MIA PERSEVERANTE ATTIVITA' DI VOLONTARIATO. Se avete apprezzato l’impegno e l’originalità dei miei articoli ritenendo che la mia attività divulgativa meriti un sostegno, appena avrete l’opportunità di farlo dedicate qualche minuto e qualche euro per sostenerla, tenendo presente che non ho entrate pubblicitarie e nessuno sponsor (condizione necessaria per mantenersi indipendenti) ed inoltre sono una vittima della riforma previdenziale della Fornero e la mia pensione è stata rinviata al 2024, ed è giusto che lo sappiate fin da adesso che l’importo che mi sarà erogato sarà minimo. Potrete contribuire con una donazione tramite PayPal all’account claudio@gc-colibri.com oppure a questo link: https://www.paypal.com/cgi-bin/webscr?cmd=_donations&business=Z2M2PAF4N76V6&lc=IT&item_name=Claudio%20Martinotti%20Doria&currency_code=EUR&bn=PP%2dDonationsBF%3abtn_donateCC_LG%2egif%3aNonHosted

Se non siete registrati a Paypal potete effettuare un bonifico bancario all’IBAN IT42M0303222600010000002011 (Credem, filiale di Casale Monferrato)

You can make a donation using PayPal account claudio@gc-colibri.com or at this link: https://www.paypal.com/cgi-bin/webscr?cmd=_donations&business=Z2M2PAF4N76V6&lc=IT&item_name=Claudio%20Martinotti%20Doria&currency_code=EUR&bn=PP%2dDonationsBF%3abtn_donateCC_LG%2egif%3aNonHosted





Patriă Montisferrati

Patriă Montisferrati
Cliccando sullo stemma del Monferrato potrete seguire su Casale News la rubrica di Storia Locale "Patriă Montisferrati", curata da Claudio Martinotti Doria in collaborazione con Manfredi Lanza, discendente aleramico del marchesi del Vasto - Busca - Lancia, principi di Trabia

Come valorizzare il Monferrato Storico

La Storia, così come il territorio e le sue genti che l’hanno vissuta e ne sono spesso ignoti ed anonimi protagonisti, meritano il massimo rispetto, occorre pertanto accostarsi ad essa con umiltà e desiderio di apprendere e servire. In questo caso si tratta di servire il Monferrato, come priorità rispetto a qualsiasi altra istanza (personale o di campanile), riconoscendo il valore di chi ci ha preceduti e di coloro che hanno contribuito a valorizzarlo, coinvolgendo senza preclusioni tutte le comunità insediate sul territorio del Monferrato Storico, affinché ognuna faccia la sua parte con una visione d’insieme ed un’unica coesa identità storico-culturale condivisa. Se ci si limita a piccole porzioni del Monferrato, per quanto significative, si è perdenti e dispersivi in partenza.

Sarà un percorso lungo e lento ma è l’unico percorribile se si vuole agire veramente per favorire il Monferrato Storico e proporlo con successo come un’unica entità territoriale turistico culturale ed economica …

La "casta" va contro il popolo. Li vinceremo.

La "casta" va contro il popolo. Li vinceremo.
Fonte: http://www.comincialitalia.net/default.asp di Donatella Papi
Essendo cittadini che li contestano, che rivendicano onestà e diritti, legalità e sicurezza, merito e futuro, essi ci puniscono. Con tasse e difficoltà. La politica e la "casta" è così colpita da noi che non si limitano a quello che vedete nelle dichiarazioni tv o nelle loro manifestazioni: ci vogliono annullare. Vorrebbero come dicono "resettarci" e poi chissà...
Perchè? Perchè li disturbiamo con i nostri "noiosi" diritti, con la richiesta di moralità, con la nostra preghiera di futuro per noi e i nostri figli. Abbiamo osato scalfire il loro mondo di indifferenti privilegi, scalfire i loro interessi, li stiamo obbligando a rispondere ai doveri anzichè girarsi il potere nelle loro esclusive mani. Non crediate a nessuno di loro. Vi mentono: sotto i gazebi, dai loro blog, dai giornali, dalle tv. Essi non amano il popolo. Essi sono contro il popolo. Il popolo è il loro giudice, la giustizia che temono, lo specchio delle verità, sono la mano pulita contro le loro mani insanguinate. Troppi morti, troppa sofferenza, troppo delitto sociale e civile preme sulle loro coscienze per poter stare con noi e rispettarci. Vogliono solo intrappolarci in un dedalo che confonda la verità.
Non crediate che vi vogliono dare benessere e ripresa. Ormai abbiamo scavato un fosso tra noi e loro. I loro "reati morali" sono scoperti. Il re è nudissimo. Per cui a noi destinano solo una prospettiva: la tortura sociale. Ci torturano levandoci il lavoro, infliggendoci costi insopportabili, esponendoci ai rischio di città violente e arrivo a dire che non so quanti di noi sono esposti al loro mirino per mano di qualche disgraziato. Attenti! Non vi fidate. Non tu, io, tutti siamo loro nemici. Siamo loro nemici perchè siamo i cittadini. Non il potere con cui si scambiano il loro denaro che cola ingiustizia e demerito. Siamo il volto dell'onestà che hanno smarrito. Per questo ci affamano, ci umiliano, per costringerci a cedere alla loro insozzata volontà, chiamandoci a fare le comparse mute e senza volto nei loro show senza i quali questa gente è persa. Ah, se solo voleste colpirli, vederli smarriti e balbettanti, loro non noi! Disertate le loro parate di vanità, spegnete le televisioni, lasciateli soli in quella valle buia in cui sono. Sentirete tremare la loro paura.
Cari amici italiani, che state soffrendo di ingiustizia, anche se non personale spero, anche se in tante case a natale la tavola sarà festosa e ricca, e che lo sia, ma il cuore non può che essere gonfio per i bambini che muoiono per colpa loro, per i giovani che si perdono per i loro errori, per la vita svuotata di significati, per il futuro fragile, per la paura di tutto, per il volto orrendo che ci mostrano come prospettiva essendo incapaci di governare. Hanno ridotto il Paese alle mense dei poveri: l'Italia! La nostra Italia donata di ricchezze naturali e testimonianze gloriose. E' il modo in cui vogliono piegarci. Non accettate! Non cedete.
Lo so sembra difficile ad alcuni di noi raggiunti dalla loro rabbia e malefica tentazione che si manifesta anche nelle piccole e pur significative cose: le multe "false" che ci infliggono, i rincari continui, ora tocca all'energia, stiamo pagando noi i loro lussi, le loro mogli felici e ricche, le loro vite calde e sfavillanti. E con disprezzo volgono a noi l'obbligo, quello di sostenere i loro peccati. Ma vi rendete conto! E sapete perchè. Attenti qui perchè qui è il passaggio: senza l'amore nostro, italiano, degli italiani che non rinunciano a salvare una Patria, essi sprofonderebbero. Quando si accorgeranno che vivono, sì, ma sulla nostra morale, che siamo noi il loro sostegno e la speranza, allora potrete perdonarli. Quando capiranno cosa hanno fatto, allora sentirete cosa è pregare. Non noi, non vi preoccupate, fate le vostre preghiere nella vita quotidiana come è nei vostri cuori. Ma sono loro che si devono riconciliare con Dio. Non abbiate paura. Per noi non ci saranno dolore e sofferenza. Le vostre colpe sono i loro errori. Il popolo ha già vinto. Lo sanno, per questo ci temono.
Per questo stanno arrivando altre tasse, sono in arrivo altri costi scaricati sulle nostre spalle. Sopportate. Sono false e ingiuste. Il Bene è con noi. Vorrei che non fosse un'idea antica. Ma un fatto reale. Dovete vederlo e sentirlo, dovete parlare in questa luce di serenità e giustizia. Questa è la battaglia contro il potere che opera il male portatore di disgrazie. Dio urla di combattare. A giovani, figli, uomini, proteggendo lui donne e i bambini. Che ha chiamato a sè. E non vuole che uno solo debba perdersi. Questo importa.
Combattetete. Combatteteli! Non cercate più i loro favori, trascinano nel gorgo della miseria umana. Non piegatevi ai loro voleri, perchè dietro di loro non c'è futuro. Combatteteli facendo loro capire che non è una guerra di poteri, ma il modo per dirgli: lascia il male, dividiti da lui. E solo quando li vedrete non più ammantati di orgoglio e disumanità, quando li vedrete rispettosi e pronti, allora tendete loro la mano. Ne avranno molto bisogno.
Cari Amici, non è un modo di parlare. E' la verità. Abbiate fiducia, non cedete alla cattiveria, alla rabbia neppure di fronte all'ostacolo maggiore. Ci sono cittadini che si smarriscono, uccidono e commettono atti impuri di ogni genere. Vivete nella purezza. E' la sicurezza che nessuno dei loro decreti vi darà. Purezza è gioia e amore. Al bivio, scegliete sempre questa direzione. Sia l'amore la vostra immunità totale. Dove vedete il male, portate un sorriso. Dove vedete il dolore, portate la gioia. Dove c'è buio accendete la luce della ragione.
Dobbiamo imporre la nostra vittoria. E dobbiamo combatterli non nei computer ma nella vita reale. Sapendo che non stiamo attraversando una crisi economica, stiamo attraversando la notte che ci hanno inflitto per le loro colpe. Ma la notte non vincerà se sapremo farli uscire dal buio delle loro menzogne e impunità. Dovete far capire loro che non è in palio un governo, ma la loro salvezza.

Nessun commento: